Enrico Baj
Nato nel 1924 a Milano.
Ha studiato giurisprudenza e frequentato contemporaneamente l'Accademia di Brera a Milano.
Nel 1951, assieme a Sergio Dangelo, fonda il "Movimento nucleare" e nell'anno seguente pubblica il "Manifeste de la peinture nucléaire".
Fino al 1957, il gruppo, a cui hanno aderito numerosi artisti italiani e internazionali, organizza esposizioni a Milano, Bruxelles, Venezia e Torino. Per esempio con Yves Klein, Asger Jorn, Arnaldo e Giò Pomodoro, Piero Manzoni, ecc.
Dal 1953 ha illustrato numerose edizioni di libri bibliofili. Attività giornalistica per il Corriere della sera e altri giornali italiani.
Autore e editore di più di dieci libri. 1955-1959: editore di una rivista d'arte 1957: pubblicazione del manifesto "Contro lo stile" che si oppone alla classificazione dell'arte e che sottolinea l'impossibilità di ripetere un'opera d'arte ; obiettivi per cui Baj si batte ancora oggi.
1962: amicizia con Marcel Duchamp
Dal 1963 al 1965 lavora per lungo tempo nel vecchio atelier di Max Ernst a Parigi. Dopo diversi lavori in comune con Piero Manzoni, Asger Jorn, Lucio Fontana e Man Ray realizzati tra il 1958 e il 1969, Baj incontra Mark Kostabi con il quale lavora intensamente nel 1992.

Esposizione (selezione):
Dal 1951 Baj espone regolarmente nelle metropoli dell'arte internazionali come Parigi, Londra, Milano, New York e Chicago. Le sue opere vengono esposte nei più importanti musei, per esempio nel MoMA di New York, nel Stedelijk Museum di Amsterdam, nel Centre Pompidou di Parigi e nel Guggenheim Museum di New York, come pure alle più importanti fiere d'arte.
Rappresentato con le sue opere nelle seguenti collezioni:
Galleria d'Arte Moderna, Milano
Centre Georges Pompidou, Parigi
Museum of Modern Art, New York
The Tate Gallery, Londra
Stedeljk Museum, Amsterdam
Museum des 20. Jahrhunderts, Vienna
National Gallery, Washington ecc...